Punti di non derivabilità – Esercizio 3

Punti di non derivabilità

Home » Punti di non derivabilità – Esercizio 3

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
post
page

Esercizio.  (\bigstar\largewhitestar\largewhitestar) Studiare la natura degli eventuali punti di non derivabilità della seguente funzione

    \[f(x)=\vert e^x-1 \vert :\mathcal{D} \to \mathbb{R}\]

con \mathcal{D} dominio.

 

Soluzione

La funzione f ha dominio \mathcal{D}=\mathbb{R}. Dato che la funzione è continua nel suo dominio, cioè in \mathbb{R}, può essere derivabile in \mathbb{R}. Per studiare la derivabilità dobbiamo calcolare la derivata. Riscriviamo la funzione come segue

    \[f(x) = \begin{cases} e^x-1\qquad \mbox{se } x \ge 0\\ 	1-e^x \qquad \mbox{se } x < 0 \end{cases}\]

così che la derivata sia

    \[f^\prime(x) =  \begin{cases} 	e^x \qquad \mbox{se } x > 0\\ 	-e^x \qquad \mbox{se } x < 0 \end{cases}\]

L’unico punto in cui dobbiamo studiare la derivabilità (o non derivabilità) è il punto x=0:

    \[\lim_{x \to 0^+} f'(x) = 1 \qquad \mbox{e} \qquad \lim_{x \to 0^-} f'(x) = -1\]

I due limiti sono diversi e finiti, quindi la funzione nel punto x=0 non è derivabile e x=0 è un punto angoloso.


Fonte: L.Sasso – La matematica a colori 4 – Petrini