Esercizio 6 – Esercizi misti elettromagnetismo

Esercizi Misti Elettromagnetismo

Home » Esercizio 6 – Esercizi misti elettromagnetismo
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
post
page

 

Esercizio 6.   (\bigstar\bigstar\bigstar\largewhitestar\largewhitestar) Il sistema di condensatori accanto è a regime con i condensatori carichi secondo le differenze di potenziale riportate in figura quando ad un certo istante viene chiuso l’interruttore. Una volta ristabilita la nuova condizione di equilibrio si osserva che la carica presente nel condensatore C_2 è nulla. Calcolare:

a) il valore della capacità C_2;

b) l’energia dissipata sulla resistenza.

I dati del problema sono: C_1=C=3 \,\muF, C_3=2C, C_4=4C, \Delta V_1=10 V, \Delta V_2=20 V.

 

Rendered by QuickLaTeX.com

 

 

Svolgimento punto a. Quando il condensatore C_2 è scarico, lo sono anche gli altri essendo collegati ad esso in parallelo. Questo significa che alla fine della fase di transizione la somma delle cariche iniziali sulla superficie superiore (o inferiore) dei condensatori andrà a zero

(1)   \begin{equation*} q_1 + q_2 - q_{3,4} = 0 \end{equation*}

dove q_i indica la carica nella superficie superiore del condensatore C_i. In particolare q_{3,4} è la carica sui condensatori C_3 e C_4 prima del collegamento, chiaramente la carica è la stessa perché sono in serie. Si deve considerare nella somma il termine negativo -q_{3,4} in quanto inizialmente il potenziale elettrostatico \Delta V_2 è opposto (quindi le cariche scorrono nel verso opposto) rispetto a \Delta V_1. La carica q_{3,4} è quella presente nel condensatore equivalente, serie di C_3 e C_4, ovvero

(2)   \begin{equation*} q_{3,4} = \Delta V_2 C_{eq}=\Delta V_2\bigg({C_3C_4\over C_3+C_4}\bigg) \end{equation*}

Possiamo quindi riscrivere l’equazione (1) come

(3)   \begin{equation*} \Delta V_1 (C_1+C_2)-\Delta V_2\bigg({C_3C_4\over C_3+C_4}\bigg)=0 \end{equation*}

risolvendo per C_2 concludiamo con la seguente soluzione

    \[\boxcolorato{fisica}{ C_2 ={5\over 3}C = 5\,\mu\text{F}.}\]

 

Punto b. Sulla resistenza viene dissipata per effetto Joule l’energia necessaria a portare all’equilibrio il circuito dopo aver chiuso l’interruttore. L’energia elettrostatica iniziale del circuito è data dalla somma delle energie immagazzinate dai condensatori, ovvero

(4)   \begin{equation*} U_i = {1\over 2} (C_1+C_2)(\Delta V_1)^2+{1\over 2}\bigg({C_3C_4\over C_3+C_4}\bigg)(\Delta V_1)^2 \end{equation*}

L’energia elettrostatica finale invece è pari a zero, in quanto alla fine del periodo di transizione i condensatori sono scarichi. Quindi la differenza di energia è data da

(5)   \begin{equation*} \Delta U = U_f- U_i = -U_i \end{equation*}

Quindi sulla resistenza viene dissipata tutta l’energia iniziale del circuito. Concludiamo con la seguente soluzione

    \[\boxcolorato{fisica}{ U_{diss}={1\over 2} (C_1+C_2)(\Delta V_1)^2+{1\over 2}\bigg({C_3C_4\over C_3+C_4}\bigg)(\Delta V_1)^2=1,2\cdot 10^{-3}\,\text{J}.}\]

 

Fonte: Esercizio tratto dagli esami di fisica 2 del professore Claudio Verona.